Archive for giugno 2011

Il Bar – Elogio del mal di Testa

Il Bar – Elogio del mal di Testa

Il Bar C’è chi beve e si vanta della propria ubriachezza. C’è chi si ubriaca e si vergogna dei propri sentimenti. C’è chi osserva tutto questo e lo sopporto solo bevendo. Un bicchiere è un’arma micidiale quando lo appoggi vicino al cuore. La vita va corretta..va corretta.. E’ cosi difficile berla liscia. Il Bar non ti regala ricordi ma i ricordi ti portano sempre Al Bar. Vincenzo Costantino Cinaski Elogio del mal di Testa E’ perchè mi piace svegliarmi col mal di testa Rintronato, come […]



Radiocapitolazioni – Vinicio Capossela

Radiocapitolazioni – Vinicio Capossela

Chiudete gli occhi, e accendete le orecchie, è una cosa non troppo invadente ma inoculante. A sprazzi, a bagliori! Apparecchiatevi attorno a un apparecchio radio, trovatevi insieme a casa di qualcuno, vino e castagne, è autunno oramai, e per quanto vada in rovina il mondo, fate attenzione! L’ha dichiarato Cinaski in persona: sarà un bellissimo autunno, prologo di un magnifico inverno..perciò ecco qualcosa per accompagnare la stagione, Le Radiocapitolazioni! E vi dico che n’è a Quantità, dato che è forse Dio stesso la Quantità! Bisogna […]



Chi va per mare il mare se lo prende – Vinicio Capossela

Chi va per mare il mare se lo prende – Vinicio Capossela

E Dio creò un grande pesce per inghiottitrici. Essere ingoiati dal pesce è la premessa della trasformazione. Cos’è il Levitiano? Qualcosa di piu grande di noi. Un percoso da fare. E’ il sacrificio, l’espiazione, i 40 giorni nel deserto. Ora cos’è questo pesce? Esiste un pesce capace di inghiottitrici? C’è e come, è questo il grosso pesce che somiglia ad un baraccone, in cui non regna ne virtù, nè conoscenza e nemmeno senso del destino. Solo queste continue incessanti esortazioni dal basso. E io vi […]



Estate – Vinicio Capossela

Estate – Vinicio Capossela

Ero giovane, frequentavo quel gruppo di devoti alla causa del be bop che gravitavano intorno al Chet Baker di Bologna, e che Jimmy Villotti descrisse in modo indimenticabile nel suo libro “Gli Sbudellati”. Una sera, dopo il nostro concerto a Livorno, concerto importante perche seguiva l’uscita di Modì, disco dedicato al livornese Amedeo Modigliani, tra tutti il bohemien più eroico, da una macchina parcheggiata Piero Odorici faceva bere al resto della banda le note di Estate nella versione di Joao Gilberto, quella registrata nel suo […]