Confidenti

Louis Prima nella neve – Vinicio Capossela

Ah compagni miei! Questo fuoco è qualcosa per davvero, e bisogna che qui, stasera, ne approfittiamo e ci raccontiamo tutto… a ognuno il suo, bisogna che la proviate questa fiamma… e inizierò io per primo, che l’ho sentita… e vi dirò del mio migliore ricordo, della notte in cui le nostre anime veloci incontrarono Louis Prima! Nevicava a sifone quella notte di Natale… a tutta mandata… S’alzava a folate… anche sul lungomare. Laggiù… nella “California”, la Riviera, dove il mare è solo la piscina degli […]



Cafè Chinaski

Cafè Chinaski

Era un disastro. Le avevo provate tutte per risollevare le sorti di un locale che gestivo mio malgrado. Avevo riempito gli scaffali di libri, i miei preferiti, avevo noleggiato un pianoforte, un Anelli-Cremona, di cui ancora oggi vado fiero visto che l’ho riscattato, mi ero invertato cucine alternative, commemorazioni, nuovi cocktail, facevo credito agli studenti…Avevo però sopravvalutato la realtà dell’Interland urbano: nessuno può insegnare la vita a un ragazzo di periferia. Ma più do ogni altra cosa avevo sottovalutato un’altra realtà, ben più importante: i […]



Io e Nuttless – Vinicio Capossela

Io e Nuttless – Vinicio Capossela

Nuttless era più grosso di me, ma s’imbriacava meglio di me. Era il più tecnico. Sapeva dove andarlo a comprare, per esempio. Io stavo già solo come un disperato, in una stanza che era stata l’ambulatorio di un medico di campagna. Adesso però di medicina non se ne praticava più. Il paziente ero io dentro ci stavo soltanto con una branda e un frigorifero. Nuttless mi veniva a trovare, si fermava la domenica..allora compravamo le confezioni da 24 lattine. Birra Forst, ai magazzini all’ingrosso, e […]



When the Ship Comes In – Bob Dylan

When the Ship Comes In – Bob Dylan

La canzone sembra essere stata ispirata a Dylan da una canzone dall’ “Opera da tre soldi” di Bertolt Brecht, “Lied der Seeräuber-Jenny”, in italiano “Jenny dei Pirati”. Afferma Suze Rotolo, uno dei primi amori di Bob Dylan (nonché la ragazza che con lui appare sulla copertina di “The Freewhelin’ Bob Dylan”): “Il mio interesse per Brecht costituì certamente un’influenza per Bob. Stavo lavorando per il Circle in the Square Theatre, ed egli veniva a sentire tutte le nostre rappresentazioni. Rimase molto colpito dalla canzone per […]



Venedikt Vasilevic Erofeev – Moskavalza

Venedikt Vasilevic Erofeev nasce nel 1938 a Cupa,in Karelia. Il padre è vittima delle repressioni staliniane e viene condannato nel 1945 a cinque anni di reclusione e a tre di privazione dei diritti civili. La madre si trasferisce a Mosca abbandonando i figli Venedikt , Nina e Boris nell’orfanotrofio di Kirovsk. Venedikt, intelligentissimo, dalla prodigiosa memoria, consegue la medaglia d’oro al termine della decima classe della scuola dell’obbligo e si iscrive nel 1955 alla Facoltà di filologia dell’Università statale Lomonosov di Mosca. Fortissimo lettore, autore […]



Omaggio a John Fante

Omaggio a John Fante

Vinicio Capossela è stato uno dei primi, in Italia, ad accorgersi di John Fante e a contribuire alla diffusione dell’opera di uno degli scrittori maggiormente stimati da Charles Bukowski, complice anche l’ottimo lavoro di divulgazione fatto dalla casa editrice Marcos Y Marcos. Era il 1996 quando Capossela, accompagnato dall’amico poeta Vincenzo Costantino “Cinaski”, portava in giro per l’Italia un reading interamente dedicato allo scrittore italoamericano, facendo innamorare della sua opera i più giovani. L’ammirazione di Capossela per Fante si coagula anche in una canzone racchiusa […]



Jack Kerouac – Beat Generation

Jack Kerouac – Beat Generation

La Beat generation fu un movimento artistico, poetico e letterario sviluppatosi dal secondo dopoguerra (1947 circa) a fine anni cinquanta, negli Stati Uniti. « Beat è il viaggio dantesco, il beat è Cristo, il beat è Ivan, il beat è qualunque uomo, qualunque uomo che rompa il sentiero stabilito per seguire il sentiero destinato » La beat generation evidenzia quelli che sono i primi sintomi della contraddizione tipica di ogni società ad alto livello tecnologico, costretta ad aprire spazi nel processo di socializzazione delle nuove […]



Vladimir Vladimirovič Majakovskij

Vladimir Vladimirovič Majakovskij

Vladimir Vladimirovich Majakovskij nasce nel 1893 a Bagagadi, in Georgia, da una famiglia di modeste condizioni. Alla morte del padre, un nobile decaduto che lavora come ispettore forestale, nel 1906 Vladimir si trasferisce a Mosca dove, abbandonati gli studi, si dedica alla vita politica. Appena quindicenne si iscrive al partito bolscevico, che allora agisce ancora nella clandestinità, e finisce diverse volte in carcere per attività sovversiva. Proprio durante questi periodi di detenzione il giovane Majakovskij inizia la sua attività di poeta. Appassionatosi alla poesia, legge […]



Pensieri su Vinicio

Pensieri su Vinicio

” Il corpo e l’anima di Vinicio sono un teatro ambulante,  dove lui arriva comincia lo spettacolo, dentro di se ha il sipario e palcoscenico,  scenografia e golfo mistico,  la sua voce come un burattino,  fa vivere parole e musiche,  l’arte di Vinicio è una pratica che non si archivia, perché vive goduriosamente la dimensione sulfurea dell’inclassificabilità,  e quando crederai di averla ingabbiata, lui ti manderà fuori pista progettando un’altra evasione.” Prendo spunto dalla bellissimo articolo  ‘ Vita natural durante’  di Vincenzo Mollica nel libro  […]