Posts Tagged ‘ spettacolo ’

Chi va per mare il mare se lo prende – Vinicio Capossela

Chi va per mare il mare se lo prende – Vinicio Capossela

E Dio creò un grande pesce per inghiottitrici. Essere ingoiati dal pesce è la premessa della trasformazione. Cos’è il Levitiano? Qualcosa di piu grande di noi. Un percoso da fare. E’ il sacrificio, l’espiazione, i 40 giorni nel deserto. Ora cos’è questo pesce? Esiste un pesce capace di inghiottitrici? C’è e come, è questo il grosso pesce che somiglia ad un baraccone, in cui non regna ne virtù, nè conoscenza e nemmeno senso del destino. Solo queste continue incessanti esortazioni dal basso. E io vi […]



Un soldo per la platea e quattro soldi in paradiso se siete poveri

Un soldo per la platea e quattro soldi in paradiso se siete poveri

Entrate, Signori e Signore, Entrate! Inizia il secondo tempo dello spettacolo! Un secondo tempo di Prodigi e Illusioni! Un soldo per la platea, se siete benestanti, e quattro soldi in paradiso se siete poveri… Entrate e venite a vedere “Le periperizie del cantautore alcolico ” o “le fortune del cantapoeta magico”: Una Pantomima davvero geniale! Esotica e pirotecnica! Entrate , Signore e Signori…Entrate e venite a vedere! Che adesso inizia la seconda parte… Entrate!! Che quel giovanotto della tribù dei Kuta Kuta è cresciuto. Che […]



Vinicio Capossela verso il nuovo album

Vinicio Capossela verso il nuovo album

Inizia dal mare il nuovo viaggio musicale di Vinicio Capossela. Il cantautore è, infatti, ad Ischia per le registrazioni del suo nuovo album di inediti in uscita nel 2011, a più di due anni dalla pubblicazione di “Da solo”, il suo precedente album. Per dare il via alla registrazione del suo ultimo lavoro, un pianoforte Seiler a coda lunga, vecchio di ottant’anni, è stato issato per l’occasione a ottanta metri sul livello delle onde, nella sagrestia della Cattedrale dell’Assunta, presso il Castello Aragonese di Ischia. […]



Non c’è niente da comprendere (Mr Pall)

Non c’è niente da comprendere (Mr Pall)

La paura. La paura di comprendere che non c’è niente da comprendere La paura che diventa euforia e ti da forza, il tuo stato di grazia L’asfalto che scorre come una suola consumata Le impronte del destino si confondono con quella della fortuna E lo stomaco incassa i colpi dei ricordi. La musica che ascolti ti parla di fuoco e di pioggia Fuoco e pioggia e ti appoggi all’uomo che eri mentre tutti aspettano l’uomo che sarai e solo la paura che ti dà il […]