Posts Tagged ‘ vinicio capossela ’

Il Pugile Sentimentale

Il Pugile Sentimentale

“Sono il più forte. il piu’ forte. Un pezzo di un mio idolo della gioventù. Jake La Motta. che io preferisco quasi più come intrattenitore che come pugile”. Il cortocircuito è totale. Totale e irreversibile, chiudendo due storie assai diverse ad anello: quella di Jake La Motta – che al termine di Toro Scatenato pronuncia proprio la fra di cui sopra – e quella del protagonista del brano di Vladimir Vysotskij? Prima di scoprire se abbiamo ragione, cè ancora una domanda a cui rispondere: perchè […]



Morna

Morna

Tema centrale delle melodie e dei testi delle composizioni capoverdiani è la sodade, termini indicante malinconia, nostalgia, rimpianto, desiderio; il corrispettivo di sodade indica lo stesso mix di sentimenti, ma si riferisce in modo specifico al Portogallo e al Brasile. Sentimenti figli dei tanti patimenti provati dagli schiavi, che in questo angolo del mondo abbandonavano per sempre l’Africa per raggiungere le piantagioni delle isole Azzorre, dell’isola di Madeira, del Portogallo, e subito dopo i campi di lavoro americani, preparandosi a una vita di soprusi e […]



Ovunque Proteggi – Vinicio Capossela

Il lavoro di Vinicio Capossela si presenta come un affresco di pezzi solenni, i cui singoli elementi discendono dalla notte dei tempi e per ciò contengono il seme del tutto, compresa la loro parte di attualità. E’ sufficiente evocarli e metterli in scena, per agitare con inaudita violenza ed efficacia lo spettro del presente. Del resto, sempre c’è stato da proteggersi e da proteggere, e sempre il sole è sorto su distese di terre tali da doversi indicare come “Ovunque”. «Quando si sono presi certi […]



Louis Prima nella neve – Vinicio Capossela

Ah compagni miei! Questo fuoco è qualcosa per davvero, e bisogna che qui, stasera, ne approfittiamo e ci raccontiamo tutto… a ognuno il suo, bisogna che la proviate questa fiamma… e inizierò io per primo, che l’ho sentita… e vi dirò del mio migliore ricordo, della notte in cui le nostre anime veloci incontrarono Louis Prima! Nevicava a sifone quella notte di Natale… a tutta mandata… S’alzava a folate… anche sul lungomare. Laggiù… nella “California”, la Riviera, dove il mare è solo la piscina degli […]



Cafè Chinaski

Cafè Chinaski

Era un disastro. Le avevo provate tutte per risollevare le sorti di un locale che gestivo mio malgrado. Avevo riempito gli scaffali di libri, i miei preferiti, avevo noleggiato un pianoforte, un Anelli-Cremona, di cui ancora oggi vado fiero visto che l’ho riscattato, mi ero invertato cucine alternative, commemorazioni, nuovi cocktail, facevo credito agli studenti…Avevo però sopravvalutato la realtà dell’Interland urbano: nessuno può insegnare la vita a un ragazzo di periferia. Ma più do ogni altra cosa avevo sottovalutato un’altra realtà, ben più importante: i […]



Il Bar – Elogio del mal di Testa

Il Bar – Elogio del mal di Testa

Il Bar C’è chi beve e si vanta della propria ubriachezza. C’è chi si ubriaca e si vergogna dei propri sentimenti. C’è chi osserva tutto questo e lo sopporto solo bevendo. Un bicchiere è un’arma micidiale quando lo appoggi vicino al cuore. La vita va corretta..va corretta.. E’ cosi difficile berla liscia. Il Bar non ti regala ricordi ma i ricordi ti portano sempre Al Bar. Vincenzo Costantino Cinaski Elogio del mal di Testa E’ perchè mi piace svegliarmi col mal di testa Rintronato, come […]



Radiocapitolazioni – Vinicio Capossela

Radiocapitolazioni – Vinicio Capossela

Chiudete gli occhi, e accendete le orecchie, è una cosa non troppo invadente ma inoculante. A sprazzi, a bagliori! Apparecchiatevi attorno a un apparecchio radio, trovatevi insieme a casa di qualcuno, vino e castagne, è autunno oramai, e per quanto vada in rovina il mondo, fate attenzione! L’ha dichiarato Cinaski in persona: sarà un bellissimo autunno, prologo di un magnifico inverno..perciò ecco qualcosa per accompagnare la stagione, Le Radiocapitolazioni! E vi dico che n’è a Quantità, dato che è forse Dio stesso la Quantità! Bisogna […]



Chi va per mare il mare se lo prende – Vinicio Capossela

Chi va per mare il mare se lo prende – Vinicio Capossela

E Dio creò un grande pesce per inghiottitrici. Essere ingoiati dal pesce è la premessa della trasformazione. Cos’è il Levitiano? Qualcosa di piu grande di noi. Un percoso da fare. E’ il sacrificio, l’espiazione, i 40 giorni nel deserto. Ora cos’è questo pesce? Esiste un pesce capace di inghiottitrici? C’è e come, è questo il grosso pesce che somiglia ad un baraccone, in cui non regna ne virtù, nè conoscenza e nemmeno senso del destino. Solo queste continue incessanti esortazioni dal basso. E io vi […]



Estate – Vinicio Capossela

Estate – Vinicio Capossela

Ero giovane, frequentavo quel gruppo di devoti alla causa del be bop che gravitavano intorno al Chet Baker di Bologna, e che Jimmy Villotti descrisse in modo indimenticabile nel suo libro “Gli Sbudellati”. Una sera, dopo il nostro concerto a Livorno, concerto importante perche seguiva l’uscita di Modì, disco dedicato al livornese Amedeo Modigliani, tra tutti il bohemien più eroico, da una macchina parcheggiata Piero Odorici faceva bere al resto della banda le note di Estate nella versione di Joao Gilberto, quella registrata nel suo […]



Marinai Profeti e Balene – Vinicio Capossela

Marinai Profeti e Balene – Vinicio Capossela

Marinai Profeti e Balene, il nuovo doppio disco di inediti di Vinicio Capossela. I temi esistenziali della grande letteratura di mare sono qui evocati da una complessa architettura musicale, da arrangiamenti che sono una vera e propria colonna sonora dell’immaginazione e dall’asciuttezza atavica della musica cretese. Molti e insoliti sono gli strumenti utilizzati: le percussioni indonesiane gamelan, la viola d’amore barocca, il santur, le onde Martenot, il theremin, la sega musicale, l’ondioline. A sostegno della voce, una grande varietà di cori: da ciurma (i cosiddetti […]